Cestistica Spezzina - Carispezia - Termo
Federazione Italiana Pallacanestro
Lega Basket Femminile
Logo solley
Newsletter
Primo innesto del 2020 per la Crédit Agricole La Spezia: ecco Maria Giuseppone
Mercoledì 5 agosto 2020
Per lei ritorno in maglia bianconera: "Tornare a Spezia è come tornare a casa"
La carica di Elisa e Silvia: la Crédit Agricole La Spezia ricomincia anche da loro
Lunedì 3 agosto 2020
Templari e Sarni non vedono l'ora di riabbracciare il campo ed il progetto bianconero
Lana Packovski ancora in bianconero
Giovedì 30 luglio 2020
La playmaker croata vestirà la canotta della Crédit Agricole La Spezia anche nella prossima stagione

Carispezia-Arquati ancora sconfitta: vince Venezia 43-61

Le venete rovinano l'esordio casalingo delle spezzine. 21 punti per De Pretto.

Nulla da fare per la Carispezia-Arquati: troppo forte Venezia e, complici un po' anche la sfortuna e la situazione d'emergenza, arriva la quarta sconfitta in altrettante partite per la squadra di coach Corsolini. Non bastano una De Pretto in spolvero con 21 punti segnati e una voglia immensa da parte delle ragazze.

Inizio di partita con le polveri bagnate per entrambe le squadre, tanti errori al tiro da una parte e dall'altra, ma nella prima parte di gara è Venezia che prova a scappare, correndo in transizione sfruttando la pressione difensiva che costringe le spezzine ad un gioco poco fluido. Il primo canestro delle bianconere è di De Pretto, che va a segno con due liberi, poi Premasunac prova a dare la scossa. La Reyer però inizia a prendere ritmo, e con Carangelo e Walker inizia a costruire un divario che incrementa gradualmente. L'intesa di Reke e Costa con le nuove compagne è ancora da affinare, ma a pesare (e non poco) sulla partita della Carispezia-Arquati sono i due falli antisportivi, forse un po' esagerati, fischiati a Sara Bocchetti, costretta ad abbandonare il campo. Venezia continua così a macinare gioco in velocità, e all'intervallo lungo è 17-32 per la formazione ospite.

Il terzo quarto riprende all'insegna delle oro granata, che allungano ulteriormente, con un gioco fatto di corsa e difesa aggressiva: l'intensità e le sbracciate ostruiscono infatti la visuale alle spezzine e sporcano parecchi passaggi. Il primo canestro delle bianconere arriva su tiro libero a metà frazione. La Reyer tocca anche i +25, trascinata da Carangelo e Walker, con Spezia che tenta di tenere il passo. Nell'ultimo tempo Venezia allenta la morsa schierandosi a zona. Questo permette alle ragazze di Corsolini di riavvicinarsi, ma i canestri di Walker e Favento mettono il punto esclamativo sulla partita. Finisce 41-63 per l'Umana.
Prossimo impegno per la Carispezia-Arquati è domenica 30, sempre al PalaSprint, contro Vigarano.

CARISPEZIA-ARQUATI LA SPEZIA 43 - 61 UMANA VENEZIA (6-16, 17-32, 26-50)

LA SPEZIA: Bocchetti, Corradino 2, Nori, Aldrighetti ne, Costa, Premasunac 8, De Pretto 21, Pappalardo, Linguaglossa 4, Reke 8, Carrara ne. All. Corsolini (10/41 - 24% da 2; 3/13 - 23% da 3)

VENEZIA: Micovic 6, Melchiori 1, Carangelo 13, Sandri, Cubaj 1, Ruzickova 8, Dotto, Madera 2, Fontanette 7, Walker 15, Favento 8. All. Liberalotto. (21/55 - 38% da 2; 3/18 - 17% da 3)

Commenti

Nessuno

Aggiungi un tuo commento

Compila il modulo sottotstante per inviare il tuo commento, ti ricordiamo che il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico sul sito.

Nome*:
Email*:
Commento*:
Website:
Codice di controllo*:

© 2012 - Cestistica Spezzina - Tutti i diritti riservati
Partita IVA: 01343450118